SÌ, MA TU CHE COSA VUOI?

La domanda magica che apre alla consapevolezza


Pensavo al concetto di libertà, sicuramente non universale.
Ognuno di noi ha il proprio modo di sentirsi libero. Il mio è quello di potermi esprimere per come sono realmente, cosa che non sempre mi riesce. E a impedirmelo sono io, nessun altro.
Così quando m’ingarbuglio con i pensieri, mi faccio la stessa domanda che faccio ai miei clienti (e non solo) quando sono in difficoltà: “Sì, ma tu che cosa vuoi?”
Già, perché mi capita a volte di essere vittima di pensieri altrui che non mi appartengono, ma che mi condizionano molto.
Io voglio sentirmi libera, il che significa potermi esprimere per come sono, senza paura dei giudizi e senza temere ricatti o ripercussioni di alcun genere.
Per raggiungere questo obiettivo ho fatto un grande lavoro su me stessa, ho impegnato tutte le mie energia nella mia crescita personale, nella consapevolezza che si tratta di un percorso infinito, l’unico che abbia senso vivere senza limiti di tempo.

E tu che cosa vuoi?