LO PSICOLOGO DEL ROCK

Raccontarsi attraverso la musica

“Per me non si può vivere senza rock e psicologia e per vivere bene io non posso che integrare queste due parti, questi due mondi; se ne vivessi uno solo, morirei dentro e fuori. E per rock non intendo solo un genere musicale ma un’attitudine alla vita: essere se stessi, cercare e dare emozioni forti, contrastare la normopatia, ovvero quella normalità che ci rende piatti e schiavi.” Dott. Romeo Lippi

L’anno scorso ho avuto il piacere di conoscere Romeo Lippi, psicologo-psicoterapeuta e songwriter di Viterbo, che ha ideato Lo psicologo del rock.
Il progetto  mette insieme musica e psicologia in un format nuovo che miscela queste due arti, creando una nuova chiave di lettura e conoscenza della musica e un nuovo modo di vivere la psicologia, come l’arte di scoprire chi siamo grazie alla musica che più amiamo, per andare verso il nostro benessere.
Lo Psicologo del Rock, infatti, nasce per far vivere, capire e sentire la musica come riflesso delle proprie emozioni ed esperienze, con un risvolto di arricchimento in termini di conoscenza e crescita personale. Spiega Romeo Lippi nel suo blog: “Nella musica c’è tantissima psicologia, ci sono incise le nostre emozioni, le nostre storie, i legami, i ricordi di persone e di esperienze che abbiamo avuto. Per questo, attraverso la musica che più amiamo, si può entrare in contatto con le parti più profonde di noi stessi e diventarne più consapevoli”.

L’arte aiuta le persone a far emergere ed esprimere le emozioni. L’arte, in tutte le sue forme, aiuta a raccontarsi. Per saperne di più visitate il sito: http://www.lopsicologodelrock.it/